HOME
EDIZIONE 2014
INFO E BIGLIETTI
NEWS
IL FESTIVAL
AREA STAMPA
GALLERY
ARCHIVIO
SOSTIENICI
ITA • ENG
PROGRAMMA

CALENDARIO

OPERA

DANZA

MUSICA

TEATRO

ARTE

EVENTI
Tutti i giorni del Festival su
"La Repubblica TV"
Guarda tutti i video
EDIZIONE 2014MUSICACONCERTO FINALE

CONCERTO FINALE

Il musical americano degli anni Quaranta e Cinquanta


Richard Rodgers e Oscar Hammerstein
Frederick Loewe e Alan Jay Lerner

con
June Anderson soprano
Paulo Szot baritono

direttore Wayne Marshall

assistente al direttore d’orchestra Matthew Aucoin

Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI

si ringrazia Rodgers & Hammerstein Concert Library e Boosey & Hawkes Hire Library

produzione Spoleto57 Festival dei 2Mondi

si ringrazia la ditta Angelo Fabbrini Pianoforti - Pescara per la preziosa collaborazione


programma

Richard Rodgers e Oscar Hammerstein

da OKLAHOMA 
Oklahoma Ouverture
Oh, what a beautiful mornin’
People will say we’re in love

da SOUTH PACIFIC 
Some Enchanted Evening
A Wonderful Guy
This was nearly mine

da THE KING AND I 
March of Siamese children


Frederick Loewe e Alan Jay Lerner

da MY FAIR LADY 
I could have danced all night


Richard Rodgers 

da ON YOUR TOES 
Slaughter on Tenth Avenue


Frederick Loewe e Alan Jay Lerner

da CAMELOT 
If ever I would leave you


Richard Rodgers e Oscar Hammerstein

da THE SOUND OF MUSIC 
Ouverture
The Sound of Music (Maria)
Edelweiss
My Favourite Things
Laendler
Climb Ev’ry Mountain


Richard Rodgers Oscar Hammerstein

da THE KING AND I 
I have dreamed


Il Concerto finale, che per tradizione conclude il Festival, porta quest’anno, sul palcoscenico di Piazza Duomo, tre grandi protagonisti della scena internazionale: il soprano June Anderson, il baritono Paulo Szot e il direttore Wayne Marshall, accompagnati dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, in una serata dedicata ai più celebri musical di Richard Rodgers e Oscar Hammerstein e di Frederick Loewe e Alan Jay Lerner, con brani tratti da Oklahoma, South Pacific, The King and I, The Sound of Music, My Fair Lady, Camelot.


JUNE ANDERSON
Nativa di Boston, il soprano June Anderson è tra le cantanti liriche più importanti sulla scena operistica e concertistica internazionale. È un’artista che si distingue per le sue qualità vocali: un timbro che non perde di smalto nelle note alte, un’estensione notevole che fa apparire facile e naturale l’esecuzione di passaggi acuti e veloci, una voce che è costantemente cristallina, e una interpretazione sempre intensa e coinvolgente.
Comincia a prendere lezioni di canto all’età di 11 anni e a 17 è la più giovane finalista delle Metropolitan Opera National Auditions. Frequenta la Yale University specializzandosi in Francese e laureandosi cum laude.
Dopo gli studi universitari inizia a considerare seriamente l’idea di diventare una cantante: "Ho deciso di trasferirmi a New York pensando che se in due anni non fossi diventata famosa, mi sarei iscritta alla Scuola di Legge. Dopo nove mesi non ero affatto famosa e avevo finito tutti i miei soldi ma fu proprio in quel momento che decisi che dovevo assolutamente diventare una cantante, a qualsiasi costo. Fu davvero una sfida, perché non nulla a quel punto era più così facile. Quando ero una bambina, o ancora una adolescente, e studiavo canto privatamente, era tutto più semplice, tutti mi dicevamo sempre che ero fantastica. Ma improvvisamente nessuno sembrava più crederlo. Perciò pensai Accidenti! Dimostrerò a tutti quanto sono brava!’"
Studia canto con Robert Leonard ed esordisce alla New York City Opera nel 1978 nel ruolo della Regina della Notte nel Flauto Magico di Mozart. Nel 1982, viene invitata a cantare Semiramide al Teatro dell’Opera di Roma. Quello fu l’avvio della sua brillante carriera e da allora ha calcato le scene di quasi tutti i grandi teatri europei e statunitensi. Ha cantato con le orchestre di Vienna, Parigi, Amburgo, Madrid, Firenze, Ginevra, La Scala, Covent Garden, Venezia, Roma, Bologna, della Metropolitan Opera, di Chicago, San Francisco e Philadelphia e ha collaborato con i più importanti direttori d’orchestra, fra i quali Leonard Bernstein, James Conlon, Charles Dutoit, Daniele Gatti, James Levine, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Seiji Ozawa, Michel Plasson, Georges Prtre, Wolfgang Sawallisch, Giuseppe Sinopoli, Michael Tilson Thomas. E’ stata la prima cantante non-italiana a vincere il prestigioso premio Bellini d’Oro.
E’ lei che canta l’aria della Regina della Notte nel film Amadeus di Milos Forman.
Si esibisce abitualmente alla Metropolitan Opera di New York, alla Royal Opera House, al Covent Garden, al Festival di Pesaro e al Festival di Aix en Provence.
Il suo talento vocale le consente di padroneggiare un ampio repertorio, che va dal ruolo di Giulietta (I Capuleti e i Montecchi), Norma, Violetta (La Traviata) a quello di Tatiana (Eugene Onéguine).
Nel 2012 ha interpretato Pat Nixon (Nixon in China) al Thétre du Chatelet, dove nell’aprile del 2014 canterà nuovamente in un recital.

PAULO SZOT
Oggi uno dei più acclamati e versatili baritoni sulla scena internazionale, Paulo Szot torna a Spoleto dove ha debuttato nel 2007 nel ruolo di Donato in Maria Golovin e dove, nella scorsa edizione del Festival, ha reso omaggio, in una serata brillante ed eclettica, alla musica che sul palcoscenico di Broadway gli ha fatto ottenere il Tony Award 2008 come migliore attore di musical per la sua interpretazione di Emile de Becque in South Pacific, oltre ad altri premi quali il Drama Desk, Outer Critics Circle e il Theatre World Award.
Nel 2010, il baritono di origine brasiliana ha fatto il suo acclamato debutto al Metropolitan Opera nel ruolo di Kovalyov in una nuova produzione de Il naso di Shostakovich. Tra le sue rappresentazioni più famose: il ruolo di Don Giovanni con l’Opéra de Bordeaux, la Michigan Opera e la Dallas Opera; Eugene Onegin, Guglielmo (Così fan tutte) ed Enea (Didone ed Enea) a Marsiglia; il Conte Almaviva (Le nozze di Figaro) alla New York City Opera, alla Boston Lyric Opera, alla De Vlaamse Opera e ad Aix-en-Provence; Escamillo con la Metropolitan Opera, la Canadian Opera Company, il Teatro Municipal de Santiago, San Paolo e Rio de Janeiro; e Manon al Metropolitan Opera. Più recentemente ha debuttato all’Opéra de Paris/Palais Garnier in Così fan tutte, all’Opera di Roma ne Il naso e alla Scala di Milano in Cuore di cane.
Si è esibito inoltre alla Carnegie Hall con la New York Pops e all’Avery Fischer Hall con la Filarmonica di New York, dove ha presentato il suo spettacolo An Evening with Paulo Szot, acclamato da critica e pubblico e presentato anche come parte dell’American Songbook Series al Jazz at Lincoln Center e al celebre Cafe Carlyle di New York.
La stagione 2013/2014 lo vede in due produzioni alla Metropolitan Opera, Il naso e Die Fledermaus, ne Le nozze di Figaro nel Bahrein e con la Australian Opera Company nel ruolo principale di Eugene Onegin. Tornerà alla Metropolitan Opera nel 2014/2015 per The Death of Klinghoffer.

WAYNE MARSHALL
Direttore d’orchestra, pianista e organista, Wayne Marshall è uno dei musicisti più versatili ed estrosi di oggi.
È appena stato nominato Direttore Principale della WDR Rundfunkorchestre di Colonia e continua ad essere direttore principale ospite della Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.
Nato vicino a Manchester, dove ha iniziato i propri studi per poi proseguirli a Londra e Vienna, si è fatto apprezzare all’inizio della sua carriera soprattutto come organista, ed ha iniziato la carriera di direttore dopo aver collaborato ad un celebre allestimento di Porgy and Bess a Glyndebourne con Simon Rattle; nel 2004 ha ricevuto una laurea honoris causa dalla Università di Bornemouth ed è recentemente stato nominato Membro Onorario del Royal College of Music di Londra.
Nel 1998 ha debuttato in Italia come direttore al Teatro alla Fenice di Venezia ed in questi ultimi anni la sua presenza in Italia si è notevolmente intensificata, portandolo ad essere ospite regolare delle nostre principali orchestre: dalla Rai di Torino, al Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra Cherubini, L’Accademia di Santa Cecilia di Roma sino all’incarico di direttore ospite presso l’Orchestra Giuseppe Verdi di Milano.
Nel 2001 ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano.
Nelle ultime stagioni ha partecipato a nuovi allestimenti operistici di Porgy and Bess, Candide e Dear Man Walking mentre nel 2014 dirigerà una nuova produzione di Ascesa e Caduta della città di Mahagonny alla Deutsche Staatsoper di Berlino.
Recentemente e nel prossimo futuro dirigerà celeberrime orchestre a Bruxelles, Londra, Strasburgo, Dresda, Lipsia, Stoccolma, Montecarlo, Dallas, Tolosa, Mosca.
Titolare dell’organo Marcussen della Bridgewater Hall a Manchester dal 1996, Marshall continua a esibirsi come organista e nel 2004 ha inaugurato lo strumento della nuova Disney Hall di Los Angeles con una nuova composizione di James MacMillan per organo e orchestra, A Scotch Bestiary, brano che ha suonato anche ai BBC Promenade Concerts del 2005.
Ha inciso per la Virgin/Emi, vincendo i maggiori premi europei. Wayne Marshall vive a Malta con la moglie, la pianista Jennifer Micallef, ed i loro due figli.

ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI
L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nacque nel 1994 dall’unificazione delle orchestre dell’ente radiofonico pubblico di Torino, Roma, Milano e Napoli, divenendo una delle compagini più prestigiose d’Italia. I primi concerti furono diretti da Georges Prtre e Giuseppe Sinopoli, seguiti da Jeffrey Tate, Rafael Frhbeck de Burgos, Eliahu Inbal e Gianandrea Noseda.
Dal novembre 2009 Juraj Valčuha è il Direttore principale.
Tra le altre presenze significative sul podio: Carlo Maria Giulini, Wolfgang Sawallisch, Mstislav Rostropovič, Myung-Whun Chung, Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Yuri Ahronovitch, Marek Janowski, Semyon Bychkov, Dmitrij Kitaenko, Aleksandr Lazarev, Valery Gergiev, Gerd Albrecht, Yutaka Sado, Mikko Franck, James Conlon, Roberto Abbado e Kirill Petrenko.
Grazie alla presenza dei suoi concerti nei palinsesti radiofonici (Radio3) e televisivi (Rai1, Rai3 e Rai5), l’OSN Rai ha contribuito alla diffusione del grande repertorio sinfonico e delle pagine dell’avanguardia storica e contemporanea, grazie a commissioni e prime esecuzioni che hanno ottenuto riconoscimenti artistici, editoriali e discografici. Esemplare dal 2004 la rassegna di musica contemporanea Rai NuovaMusica.
L’Orchestra tiene a Torino regolari stagioni concertistiche e cicli speciali, ed è spesso ospite di importanti festival quali MITO SettembreMusica, Biennale di Venezia, Ravenna Festival e Sagra Maletestiana di Rimini. Tra gli impegni istituzionali si annoverano i concerti di Natale ad Assisi trasmessi in mondovisione e le celebrazioni per la Festa della Repubblica.
Nel 2006 è stata invitata al Festival di Salisburgo e alla Philharmonie di Berlino per celebrare l’ottantesimo compleanno di Hans Werner Henze.
Tra i recenti impegni: Abu Dhabi Classics, una tournée in Germania, Austria e Slovacchia, concerti al Festival RadiRO e al Festival Enescu di Bucarest.
Importante il debutto al Musikverein di Vienna e il ritorno alla Philharmonie di Berlino. Ha partecipato ai film-opera Rigoletto a Mantova, con la direzione di Mehta e la regia di Bellocchio, e Cenerentola, una favola in diretta, trasmessi in mondovisione su Rai1. L’orchestra si occupa, inoltre, delle registrazioni di sigle e colonne sonore dei programmi televisivi Rai. Dai suoi concerti dal vivo sono spesso ricavati cd e dvd.
MUSICA
Piazza Duomo
13 LUGLIO 19:00
...................................................
BIGLIETTI
biglietti:
settore gold  € 220,00
I settore piazza  € 189,00
II settore piazza  € 168,00
III settore piazza  € 149,00
IV settore piazza  € 128,00
I settore scalinata  € 109,00
II settore scalinata  € 88,00
III settore scalinata  € 69,00
IV settore scalinata  € 48,00
posti in piedi  € 38,00








IL TUO FESTIVAL
Organizza la tua visita al Festival dei 2Mondi
PROGRAMMA
BIGLIETTERIA
TRASPORTI
HOTEL E RISTORANTI



Feed Newsletter Facebook Twitter Pinterest Youtube
CONTATTISITEMAPCREDITIWEBMASTERENGLISH VERSIONPUBBLICITÀ E TRASPARENZA
Informativa sull'utilizzo dei cookie | Informativa sulla privacy
© Fondazione Festival dei Due Mondi ONLUS • PI 01786480549