HOME
EDIZIONE 2015
INFO E BIGLIETTI
NEWS
IL FESTIVAL
AREA STAMPA
GALLERY
ARCHIVIO
SOSTIENICI
ITA • ENG
PROGRAMMA

CALENDARIO

OPERA

DANZA

MUSICA

TEATRO

ARTE

EVENTI
VIDEO DI REPUBBLICA.IT
<
EDIZIONE 2015DANZADANS LES PAS DE NOUREEV
David Herrero
BALLET DU CAPITOLE DE TOULOUSE
direzione Kader Belarbi

DANS LES PAS DE NOUREEV



"Fino a quando i miei balletti saranno danzati, io resterò vivo" R.Nureyev 

in esclusiva per l’Italia - Spoleto58 Festival dei 2Mondi 
per gentile concessione della Rudolf Nureyev Foundation

BALLET DU CAPITOLE
direttore Kader Belarbi
matres de ballet Emmanuelle Broncin - Minh Pham
coordinamento generale Frédérique Vivan
pianista Raul Rodriguez Bey
drammaturgia Carole Teulet

segreteria Nathalie Franquet
direttore di produzione Silvia Pairotti-Brun 
direttore tecnico Paul Heitzmann
macchinista Olivier Larcher
regia luci Jessica Balleri, Théophile Astorga
attrezzeria Audrey Juillié
costumi Gwladys Aragon 
trucco Tania Kuczowicz

THÉTRE DU CAPITOLE
direttore artistico Frédéric Chambert
direttore amministrativo Janine Macca

DANSEURS DU BALLET DU CAPITOLE
Premiers Solistes 
Maria Gutierrez, Davit Galstyan, Avetik Karapetian
Solistes
Juliana Bastos, Beatrice Carbone, Julie Charlet
Artjom Maksakov, Valerio Mangianti, Takafumi Watanabe
Demi-Solistes
Caroline Betancourt, Julie Loria, Juliette Thélin
Alexander Akulov, Maxim Clefos, Demian Vargas
Corps de Ballet
Melissa Abel, Virginie Baet Dartigalongue, Taisha Barton-Rowledge
Emilia Cadorin, Sofia Caminiti, Vanessa Dirven, 
Estelle Fournier, Lauren Kennedy, Solène Monnereau, 
Kayo Nakazato, Tiphaine Prévost, Eukene Sagues Abad, 
Matthew Astley, Evgueni Dokoukine, 
Minoru Kaneko, Shizen Kazama, Jérémy Leydier, 
Nicolas Rombaut, Maksat Sydykov

regolazione luci E.T.C. Italia www.etcconnect.com



ROMÉO ET JULIETTE
PAS DE DEUX DAL I ATTO

musica Sergue Prokofiev 
coreografia Rudolf Nureyev 
costumi Ezio Frigerio e Mauro Pagano 
luci Vinicio Cheli adattate da Patrick Mées


Questo celebre Passo a due della scena del balcone è collocato alla fine del primo atto. La festa da ballo a casa dei Capuleti si è appena conclusa e Giulietta e Romeo si sono perdutamente innamorati l’uno dell’altro. Romeo si nasconde nel giardino dei Capuleti mentre Giulietta, affacciata al balcone, si accorge di lui: in un passo a due pregno di lirismo e fervore romantico, i due si dichiarano amore reciproco.

LA BELLE AU BOIS DORMANT
PAS DE DEUX DAL III ATTO

musica Piotr Ilyitch Tchakovski 
coreografia Rudolf Nureyev da Marius Petipa 
costumi Franca Squarciapino 
luci Vinicio Cheli adattate da Patrick Mées


Questo passo a due del III atto è conosciuto anche come Passo a due del matrimonio. Finalmente risvegliatasi da un sonno di cento anni, la Principessa Aurora sposa il Principe Désiré e insieme danzano il loro amore.

LE LAC DES CYGNES
PAS DE TROIS DEL CIGNO NERO - III ATTO

musica Piotr Ilyitch Tchakovski
coreografia Rudolf Nureyev da Marius Petipa e Lev Ivanov
costumi Franca Squarciapino 
luci Vinicio Cheli adattate da Patrick Mées


Nel III atto, Rudolf Nureyev trasforma il famoso Passo a due del Cigno Nero in un passo a tre riunendo Odile, il Principe Siegfried e Rothbart, facendosi così interprete di una brillante variazione.
Durante il ballo a palazzo, il principe Siegfried deve scegliere la sua sposa, ma rifiuta tutte le fanciulle che gli vengono presentate, fino a quando non vede una creatura misteriosa che assomiglia a Odette, la donna cigno a cui ha giurato amore eterno. Tuttavia, la donna che a lui sembra la sua amata, altri non è che Odile, la figlia di Rothbart, che quest’ultimo, attraverso un incantesimo, ha trasformato nella sosia di Odette.



LA BAYADERE
LE ROYAUME DES OMBRES - III ATTO

musica Ludwig Minkus 
arrangiamenti John Lanchbery 
coreografia e regia Rudolf Nureyev da Marius Petipa
costumi Franca Squarciapino 
luci Vinicio Cheli, adattate da Patrick Mées


Solor, disperato per la morte della baiadera Nikiya, si rifugia nei sogni che gli procura l’oppio. Così facendo viene trasportato nel Regno delle Ombre dove gli appaiono i fantasmi delle danzatrici morte, fra cui c’è Nikiya, che ancora lo ama e lo ha perdonato. Il sogno si impone sulla realtà e riunisce i due amanti che la vita ha separato.

DON QUICHOTTE
III ATTO

musica Ludwig Minkus 
arrangiamenti John Lanchbery 
coreografia Rudolf Nureyev 
costumi Joop Stokvis 
luci Vinicio Cheli adattate da Patrick Mées


La seconda scena del III atto, che conclude il balletto Don Chisciotte, è anche conosciuta come Scena del matrimonio. Dopo un amore contrastato, Basil e Kitri finalmente si sposano; nel bel mezzo della festa nuziale, ricca di danze spagnole, Don Chisciotte e Sancho Panza partono verso nuove avventure.

Il 6 gennaio 1993 moriva un mostro sacro della danza, Rudolf Nureyev, il cui talento esercitò un’influenza indelebile su generazioni di danzatori e coreografi. Kader Belarbi, étoile durante la direzione di Nureyev all’Opera di Parigi, ha voluto rendergli omaggio dando anche così l’opportunità ai ballerini del Ballet du Capitole di confrontarsi con il suo notevole stile accademico composto da difficoltà tecnica e qualità d’esecuzione. 
Il Ballet du Capitole apprende dunque i suoi balletti: un ipnotizzante Regno delle Ombre (terzo atto) da La Bayadere ricostruito partendo dalla versione del Balletto del Kirov, due passi e a due ed un passo a tre in puro stile accademico ma al tempo stesso di grande lirismo (La Bella Addormentata, Romeo e Giulietta, Il Lago dei Cigni) ed infine l’ultimo festoso atto del Don Chisciotte che trasuda la gioia, la vivacità, la felicità delle danze spagnole e di Basilio, ruolo al quale Nureyev era particolarmente legato. Amava ripetere: "La mia vera vita, è quando sono in scena".


BALLET DU CAPITOLE DE TOULOUSE
Per oltre due secoli il Ballet du Capitole è stato impegnato nel danzare i divertissements nelle opere liriche presentate al Thétre du Capitole. Solo nel 1949 saranno inserite nella stagione le prime serate interamente dedicate al balletto sotto la guida di Louis Orlandi, coreografo e direttore del corpo di ballo. Da allora altri grandi direttori si sono succeduti fino a Nanette Glushak che ha preceduto, nell’agosto 2012, l’arrivo di Kader Belarbi, coreografo ed étoile del Ballet National de l’Opera de Paris. Si apre una nuova pagina per il Ballet du Capitole, caratterizzata da una forte attenzione al repertorio classico e neoclassico, ma anche da una grande apertura verso la creazione contemporanea. L’ambizioso progetto artistico di Kader Belarbi si pone l’obiettivo di diversificare e ampliare sempre di più il repertorio e il pubblico così come le tournée internazionali. 
Tradizione e modernità sono le parole chiave del Ballet du Capitol de Toulose.
Un organico di 35 danzatori, di 14 nazionalità diverse, che offre stagione dopo stagione l’immagine di un balletto vivo, al passo con i tempi e aperto a ogni esperienza . 

KADER BELARBI
Danzatore e coreografo si distingue per una inesauribile curiosità e un insaziabile  appetito di avventure sempre nuove nel mondo della danza. 
Si diploma alla Scuola di Danza dell’Opera di Parigi e nel 1980 entra a far parte del Ballet de l’Opéra de Paris. Nel 1989 danza il ruolo dell’Uccellino Blu ne La Bella Addormentata e Rudolf  Nureyev lo nomina étoile. Diciannove anni più tardi saluta ufficialmente il pubblico parigino danzando Signes di Carolyn Carlson.
Aperto a tutti gli stili, danza numerosi ruoli del repertorio classico pur restando familiare alla danza contemporanea. Molti tra i più importanti coreografi hanno creato per lui, tra questi Roland Petit, Rudolf Nureyev, John Neumeier, George Balanchine, Jerome Robbins, Maurice Béjart, Maguy Marin, Dominique Baguet, Saburo Teshigawara, William Forsythe, Mats Ek, Pina Bausch.
Come coreografo è autore di circa una trentina di lavori: Giselle et Willy (1991), Salle des pas perdus (1997), Les Saltimbanques (1998), Hurlevent (2002) per il Ballet de l’Opéra de Paris, Les Épousés (2004), La Bte et la Belle (2005) per i Grands Ballets Canadiens, Entrelacs per il Ballet National de Chine, Le Mandarin merveilleux per il Ballet du Grand Thétre de Genève (2007), Formeries per un clown, musicisti e danzatori de l’Opéra de Paris (2008), un Pierrot lunaire accompagnato da una danzatrice e da un chitarrista (2011). Per il Ballet du Capitole, crea Liens de table e À nos Amours (2010), La Reine morte (2011), Étranges Voisins (2012), Entrelacs, Le Corsaire, La Bte et la Belle (2013) e Bach-Suite III (2014).
Tra i numerosi riconoscimenti, ricordiamo il Premio Nijinski nel 1989. Nel 2006 riceve dal Ministero della Cultura francese il titolo di Cavaliere delle Arti e delle Lettere e nel 2008 quello di Cavaliere della Legione d’Onore. Nel 2015 è nominato Officier dans l’Ordre national du Mérite.
DANZA
Teatro Romano
09 LUGLIO 21:30
...................................................
10 LUGLIO 21:30
...................................................
11 LUGLIO 21:30
...................................................
BIGLIETTI
posto unico centrale € 55,00
posto unico laterale € 48,00

durata:
2 ore (con intervallo)




IL TUO FESTIVAL
Organizza la tua visita al Festival dei 2Mondi
PROGRAMMA
BIGLIETTERIA
TRASPORTI
HOTEL E RISTORANTI
Feed Newsletter Facebook Twitter Pinterest Youtube

CONTATTISITEMAPCREDITIWEBMASTERENGLISH VERSIONAMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Informativa sull'utilizzo dei cookie | Informativa sulla privacy
 
© Fondazione Festival dei Due Mondi ONLUS • PI 01786480549