HOME
EDIZIONE 2015
INFO E BIGLIETTI
NEWS
IL FESTIVAL
AREA STAMPA
GALLERY
ARCHIVIO
SOSTIENICI
ITA • ENG
PROGRAMMA

CALENDARIO

OPERA

DANZA

MUSICA

TEATRO

ARTE

EVENTI
VIDEO DI REPUBBLICA.IT
<
EDIZIONE 2015TEATROLETTER TO A MAN
Robert Wilson
Mikhail Baryshnikov

LETTER TO A MAN



regia, ideazione scene e luci Robert Wilson
con Mikhail Baryshnikov

tratto da i Diari di Vaslav Nijinsky
testo di Christian Dumais-Lvowski
drammaturgia Darryl Pinckney

musiche Hal Willner
costumi e trucco Jacques Reynaud
collaborazione ai movimenti e voce recitante Lucinda Childs
light designer A.J. Weissbard
collaboratore alla scenografia Annick Lavallée-Benny
collaboratore alla regia Nicola Panzer
sound designer Nick Sagar / Ella Wahlstrm
video designer Tomek Jeziorski
assistente alla regia Fani Sarantari
direttore di scena Thaiz Bozano
direttore degli allestimenti Mauro Farina
direttore tecnico Chris McKee 
supervisione alle luci Marcello Lumaca
truccatrice Natalia Leniartek
delegato di produzione Simona Fremder

elementi scenografici Laboratorio di scenotecnica e pittura del Festival dei 2Mondi di Spoleto

un progetto di Change Performing Arts e Baryshnikov Productions
commissionato da Spoleto Festival dei 2Mondi, BAM for the 2016 Next Wave Festival, Cal Performances University of California Berkeley, Center for the Art of Performance at UCLA
in collaborazione con Teatros del Canal MadridLes Ballets de Monte-Carlo/Monaco Dance Forum

produzione esecutiva CRT Milano

un ringraziamento particolare a The Vaslav and Romola Nijinsky Estate, Giorgio Armani per gli abiti di Mikhail Baryshnikov, Asylum’  courtesy James Casebere e Lisson Gallery

spettacolo in lingua inglese e russa con sottotitoli in italiano a cura di Prescott Studio, Firenze

regolazione luci E.T.C. Italia www.etcconnect.com


Lo spettacolo che vede di nuovo insieme Mikhail Baryshnikov e Robert Wilson, alla loro seconda collaborazione artistica dopo il successo di The Old Woman, prende l’avvio dai Diari di Vaslav Nijinsky, scritti nel 1919 da colui che viene considerato il più grande ballerino e coreografo dell’ultimo secolo, all’origine della fama dei Ballets Russes di Sergej Diaghilev.
"Il Diario di Nijinsky dice molte cose sulla scrittura. È la scrittura di un uomo lucido e folle. È una comunicazione così nuda, così disperata da risultare unica. La realtà ci sta di fronte, ed è quasi intollerabile. Se non fosse finito in manicomioavremmo avuto in Nijinsky uno scrittore paragonabile al ballerino" scriveva Henry Miller a proposito dei Diari pubblicati la prima volta nel 1936. 
Letter to a man è un’opera teatrale interpretata da Mikhail Baryshnikov, che rivive e rivela la mente frammentata del grande coreografo lungo la sua discesa verso la follia. Come sempre accade nei lavori di Wilson, i movimenti, il testo, le luci, lo spazio e la musica sono parti uguali della stessa composizione poetica, in cui, come egli stesso afferma, "tutto il teatro è danza".



ROBERT WILSON
Nato a Waco in Texas, Robert Wilson è tra i più importanti artisti visivi e teatrali al mondo. Il suo lavoro si serve di diverse tecniche artistiche integrando magistralmente movimento, danza, pittura, luce, design, scultura, musica e drammaturgia. Dopo gli studi all’Università del Texas e al Pratt Institute di Brooklyn, alla metà degli anni ’60, Wilson fonda a New York il collettivo artistico "The Byrd Hoffman School of Byrds" con cui elabora i suoi primi originali spettacoli, Deafman Glance - Lo sguardo del sordo (1970) and A Letter for Queen Victoria (1974-1975). Nel 1976 firma con Philip Glass Einstein on the Beach, performance che cambia la concezione convenzionale dell’opera come forma artistica. Negli anni ha stretto collaborazioni con autori e musicisti del calibro di Heiner Mller, Tom Waits, Susan Sontag, Laurie Anderson, William Burroughs, Lou Reed e Jessye Norman. Disegni, dipinti e sculture di Wilson sono stati esposti in centinaia di mostre collettive e personali, e fanno parte di collezioni private e musei in tutto il mondo. Ha ricevuto numerosi premi e onorificenze, tra cui la nomination per il Premio Pulitzer, due premi Ubu, il Leone d’Oro per la scultura alla Biennale di Venezia e il premio Laurence Olivier. È stato nominato all’Accademia Americana di Arti e Lettere e Commandeur des arts et des lettres in Francia. Wilson è il fondatore e il direttore artistico del Watermill Center, un laboratorio creativo dedicato alle arti, con sede a Watermill, Long Island. 

MIKHAIL BARYSHNIKOV
Nato a Riga, in Lettonia, nel 1948, Mikhail Baryshnikov è considerato uno dei più grandi danzatori dei nostri tempi. Dopo aver dato inizio a una grandiosa carriera come étoile del Balletto di Kirov a San Pietroburgo, nel 1974 si trasferisce in Occidente stabilendosi a New York City come primo ballerino del American Ballet Theatre (ABT). Nel 1979 si unisce al New York City Ballet, dove lavora con George Balanchine e Jerome Robbins. Nel 1980 e per i dieci anni successivi è direttore artistico del American Ballet Theatre, che cresce nelle sue fila una nuova generazione di ballerini e coreografi. Dal 1990 al 2002, Baryshnikov è direttore e danzatore del White Oak Dance Project, che ha co-fondato con il coreografo Mark Morris con l’obiettivo di espandere e il repertorio e dare maggiore visibilità alla danza moderna americana. Alla sua carriera di danzatore ha affiancato anche quella di attore, a Broadway ha interpretato tra gli altri Metamorphosis (candidatura al Tony Award e vincitore del Drama Desk Award); al cinema Due vite e una svolta (per cui ottiene una candidatura al premio Oscar) e ha preso parte a numerose produzioni televisive. Altre produzioni comprendono Forbidden Christmas or The Doctor and the Patient, Beckett Shorts, In Paris, Man in a Case, e The Old Woman. Al momento sta lavorando a due soli teatrali, Letter to a Man con Robert Wilson e Brodsky/Baryshnikov con Alvis Hermanis. Nel 2005 inaugura il Baryshinkov Arts Center (BAC), uno spazio creativo per artisti locali e internazionali in cui sviluppare e presentare i loro lavori. Sotto la sua guida come direttore artistico, i programmi del BAC coinvolgono circa 700 artisti e più di 22.000 spettatori ogni anno. Tra i molti premi attribuiti a Baryshnikov ci sono il Kennedy Center Honors, la National Medal of Honor, il Commonwealth Award, il Chubb Fellowship, il Jerome Robbins Award e il 2012 Vilcek Award. Nel 2010 è stato insignito del grado di Ufficiale delle Legione d’Onore francese. 
TEATRO
Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi
08 LUGLIO 21:00
...................................................
09 LUGLIO 20:00
...................................................
10 LUGLIO 12:00
...................................................
10 LUGLIO 16:00
...................................................
11 LUGLIO 16:00
...................................................
BIGLIETTI
platea € 90,00
palchi di platea € 75,00
palchi I ordine € 60,00
palchi II ordine € 45,00

durata prevista:
1 ora e 15 minuti
IL TUO FESTIVAL
Organizza la tua visita al Festival dei 2Mondi
PROGRAMMA
BIGLIETTERIA
TRASPORTI
HOTEL E RISTORANTI
Feed Newsletter Facebook Twitter Pinterest Youtube

CONTATTISITEMAPCREDITIWEBMASTERENGLISH VERSIONAMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Informativa sull'utilizzo dei cookie | Informativa sulla privacy
 
© Fondazione Festival dei Due Mondi ONLUS • PI 01786480549