HOME
EDIZIONE 2015
INFO E BIGLIETTI
NEWS
IL FESTIVAL
AREA STAMPA
GALLERY
ARCHIVIO
SOSTIENICI
ITA • ENG
PROGRAMMA

CALENDARIO

OPERA

DANZA

MUSICA

TEATRO

ARTE

EVENTI
VIDEO DI REPUBBLICA.IT
<
EDIZIONE 2015TEATROHOTEL EUROPE
Bernard-Henri Lévy

HOTEL EUROPE



di e con Bernard-Henri Levy

tratto dall’omonimo libro pubblicato da Marsilio
produzione Gilles Hertzog

spettacolo in lingua francese con sottotitoli in italiano a cura di Prescott Studio, Firenze

regolazione luci E.T.C. Italia www.etcconnect.com


"...L’Europa non è più niente; l’Europa è soltanto un nome; diluendosi, l’Europa si è disgregata e muore, non perché sia troppo chiusa, ma perché è troppo aperta..."

Chiuso nella camera di un albergo di Sarajevo che l’aveva già ospitato vent’anni prima, assalito dai ricordi del passato, un uomo, probabilmente uno scrittore, riflette a voce alta. Ha solo due ore per preparare un discorso per le commemorazioni dello scoppio della guerra del 1914. Sono passati cento anni dal grande conflitto mondiale. E appena venti da quello, su scala più piccola, di cui la città balcanica è stata testimone e martire. Ma l’ispirazione tarda a venire e gli interrogativi su cosa dire di quest’Europa dai valori contraddittori, spesso poco coraggiosa nelle sue scelte, gli impediscono di trovare il flusso delle parole. Una trama lineare, quasi scarna e due ore di monologo intenso per abbordare grandi temi d’attualità: è così che il filosofo francese Bernard-Henri Lévy ha deciso di parlare dell’Europa, in una pièce che è una lunga riflessione sull’identità del Vecchio Continente, sui suoi demoni, le sue contraddizioni ma anche le sue più alte aspirazioni.

"Ho scelto il teatro come genere letterario perché consente l’intervento politico diretto. In scena va il monologo interiore del protagonista, nelle due ore in cui deve scrivere il suo discorso. C’è tutto quello che gli passa per la testa, cose lievi e gravi insieme, un concetto filosofico di Heidegger e il sorriso di una donna amata, finché ha un’illuminazione che lo fa uscire dall’impasse."
Bernard-Henri Lévy



BERNARD- HENRI LÉVY
È un filosofo francese e uno degli scrittori più stimati e più letti in Europa. È autore di oltre 30 libri, tra cui opere di filosofia, narrativa, e biografie. American Vertigo: Traveling America in the Footsteps of Tocqueville è stato New York Times bestseller nel 2006. Sono seguiti i libri in lingua inglese Left in Dark Times: A Stand Against the New Barbarism nel 2008 e, con Michel Houellebecq, Public Enemies: Dueling Writers Take on Each Other and the World nel 2011. Pubblicato nel 2013, Les Aventures de la Verité - Peinture et philosophie, ha esplorato l’interazione storica fra filosofia e arte. Il libro è stato scritto in occasione della mostra ugualmente intitolata e che Lévy ha curato per la Fondation Maeght a Saint Paul de Vence (29 giugno -11 novembre 2013). Il suo nuovo spettacolo, Hotel Europe, che ha debuttato a Sarajevo il 27 giugno 2014, e a Parigi il 9 settembre, è un grido di allarme sulla crisi che il progetto europeo sta fronteggiando e il sogno che lo sottende.
TEATRO
Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi
27 GIUGNO 19:00
...................................................
BIGLIETTI
platea € 35,00
palchi di platea € 30,00
palchi I ordine € 25,00
palchi II ordine € 20,00

durata:
1 ora e 30 minuti
IL TUO FESTIVAL
Organizza la tua visita al Festival dei 2Mondi
PROGRAMMA
BIGLIETTERIA
TRASPORTI
HOTEL E RISTORANTI
Feed Newsletter Facebook Twitter Pinterest Youtube

CONTATTISITEMAPCREDITIWEBMASTERENGLISH VERSIONAMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Informativa sull'utilizzo dei cookie | Informativa sulla privacy
 
© Fondazione Festival dei Due Mondi ONLUS • PI 01786480549