NEWS SERATA DEDICATA A GIAN CARLO MENOTTI A DIECI ANNI DALLA SCOMPARSA

SarÓ dedicata a Gian Carlo Menotti, di cui decorrono quest'anno i dieci anni dalla scomparsa, la serata di venerdý 7 luglio al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, dalle ore 18.00.
05/07/2017
SERATA DEDICATA A
GIAN CARLO MENOTTI
A DIECI ANNI DALLA SCOMPARSA
Sarà dedicata a Gian Carlo Menotti, di cui decorrono quest’anno i dieci anni dalla scomparsa, la serata di venerdì 7 luglio al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, dalle ore 18.00.
La serata si aprirà con la proiezione in anteprima di un estratto del film 1958-2017. Il mondo in scena. Festival di Spoleto 60.
Commissionato al regista francese Benoţt Jacquot, il film, ancora in fase di montaggio, intende celebrare il Festival di Spoleto giunto alla sua 60a edizione, descrivendone l’inimitabile spirito internazionale, cosmopolita e multidisciplinare, sempre in perfetto equilibrio fra tradizione e contemporaneità. A questo progetto Benoţt Jacquot ha lavorato in collaborazione con il documentarista Gérald Caillat. Il film si inquadra in una prospettiva storica, che conduce dal Festival creato da Gian Carlo Menotti nel 1958 fino a quello di oggi. Il montaggio del film, "allegro", non è mai cronologico, e naviga tra il presente e il passato. I registi hanno attinto a un ricco patrimonio d’archivio che attraversa 60 anni di cultura italiana e internazionale. Nel luglio 2016, durante il Festival, sono state girate immagini di backstage, in città, nelle chiese, nei teatri. Filo conduttore del film è una intervista a me realizzata da Benoţt Jacquot e girata a Spoleto nell’aprile di quest’anno. Il film - una coproduzione franco-italiana Idéale Audience / Baires Produzioni /Fondazione Festival dei Due Mondi - usufruisce di un fondo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della partecipazione di RAI e ARTE TV. Una volta ultimato, il film verrà presentato nella sua interezza a Spoleto nel prossimo autunno, in data da destinarsi, e verrà trasmesso dalla RAI e da Arte TV.
A seguire, Masolino D’Amico, critico e storico teatrale, giornalista e docente universitario, e Jacopo Pellegrini, critico musicale, entrambi grandi conoscitori della vita e delle opere di Gian Carlo Menotti, ricorderanno la sua figura.
Avrà luogo infine la proiezione di Amelia al ballo, l’opera buffa in un atto composta da Gian Carlo Menotti nel 1936, di cui il Festival, nel 2011 in occasione dei cento anni dalla nascita del compositore, ha realizzato un nuovo allestimento con la direzione di Johannes Debus, la regia di Giorgio Ferrara, la scenografia di Gianni Quaranta, i costumi di Maurizio Galante, il disegno luci A. J. Weissbard, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi e il Nuovo Coro Lirico Sinfonico Romano. L′opera rappresentò il primo grande successo operistico di Menotti. La prima rappresentazione si tenne all′Academy of Music di Philadelphia il 1 Aprile 1937. Venne subito ripresa in numerosi teatri americani e quindi europei, per giungere in Italia il 4 Aprile 1938 presso il Teatro Municipale di San Remo.