CONCORSO SOCIALLY CORRECT 2018

"CYBERBULLISMO: MAI PIÚ VITTIME"
Scheda|Informazioni|Biografie|Fotografie|

SCHEDA

L’Associazione "Paolo Ettorre Socially Correct" nasce nel 2008 per testimoniare la dedizione di Paolo Ettorre nei confronti della comunicazione sociale, con l’obiettivo di realizzare progetti che aumentino la responsabilità sociale attraverso la pubblicità e gli eventi.
Il concorso Socially Correct dà l’opportunità a studenti di arte e comunicazione di partecipare come coppie creative, misurando il proprio talento con la creazione di campagne su tematiche sociali importanti e spesso difficili. La campagna vincitrice darà la possibilità alla coppia creativa di effettuare uno stage presso il reparto creativo dell′agenzia Saatchi & Saatchi.  Il cyberbullismo è il tema dell’11a edizione del concorso realizzato in collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. 
Il cyberbullismo, ovvero episodi offensivi, non rispettosi, e/o violenti da parte di altri ragazzi tramite internet o cellulare è causa di molte giovani vittime che spesso compiono gesti disperati mossi da una percezione distorta della realtà.  
Una serie di fattori chiave contribuisce al fenomeno: una totale assenza di controllo del web da parte dei genitori e l’uso da parte degli adolescenti di uno strumento onnipotente senza avere la capacità di gestirlo correttamente. Nei ragazzi l’inconsapevolezza del danno reale che si provoca è perché non c’è maturità percettiva e si passa facilmente da un post innocente a qualcosa di strumentalizzabile e di dimensione incontrollabile.  Nel cyberbullismo esiste un’asimmetria tra vittima e carnefice in cui il primo è totalmente inerme e passivo, mentre il secondo si sente onnipotente, nascondendosi dietro l’anonimato o falso nickname e "gioca" a prendere di mira suoi coetanei.  
L’obiettivo del concorso è la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione e di prevenzione per ridurre la percentuale del 22,3% dei ragazzi Italiani vittima di bullismo online, facendo capire che "quando si fa il forte con i più deboli, si è il più codardo".
www.sociallycorrect.it

INFORMAZIONI

13 Luglio
18:00
Sala Pegasus
ingresso libero fino a esaurimento posti