NEWS BATSHEVA DANCE COMPANY DIREZIONE ARTISTICA OHAD NAHARIN DECADANCE SPOLETO

Ohad Naharin, il geniale coreografo israeliano che ha saputo rivoluzionare il linguaggio della danza contemporanea, presenta la sua Batsheva Dance Company in un programma ideato per Spoleto59 che riprende e rielabora alcune tra le sue più entusiasmanti creazioni.
14/04/2016
BATSHEVA DANCE COMPANY
direzione artistica
OHAD NAHARIN
DECADANCE SPOLETO
TEATRO ROMANO
1, 2 e 3 luglio
ore 21.30

PROGRAMMA IDEATO PER SPOLETO59

estratti da opere di Ohad Naharin
costumi Rakefet Levi

spettacoli programmati con il sostegno dell’Ambasciata di Israele in Italia

interpreti Olivia Ancona, William Barry, Mario Bermudez Gil, Omri Drumlevich, Bret Easterling, Iyar Elezra, Hsin-Yi Hsiang, Rani Lebzelter, Or Moshe Ofri, Rachael Osborne, Shamel Pitts, Oscar Ramos, Nitzan Ressler, Ian Robinson, Or Meir Schraiber, Maayan Sheinfeld, Zina (Natalya) Zinchenko, Adi Zlatin  

BATSHEVA DANCE COMPANY

direzione artistica Ohad Naharin
direttore esecutivo Dina Aldor
co-direttore artistico Adi Salant

company and stage manager Yaniv Nagar
senior ripetitore Luc Jacobs

organizzazione tour internazionali: 
direttore Iris Bovshover
producer Naomi Friend
direttore tecnico Roni Cohen
luci Gadi Glik
fonica Dudi Bell
palcoscenico tbc
sartoria tbc

Decadance è lo spettacolo con cui nel 2000 la compagnia e il suo direttore artistico, Ohad Naharin, hanno festeggiato i dieci anni di collaborazione. Alcuni estratti delle coreografie da lui create per la compagnia sono stati rielaborati e combinati così da offrire al pubblico nuove chiavi di interpretazione. La struttura aperta e mutevole di Decadance ha offerto a Naharin la possibilità di ideare DECADANCE SPOLETO riprendendo sezioni di opere e modellandole per lo spazio del Teatro Romano. 

---------------------------------------

BATSHEVA DANCE COMPANY | Fondata a Tel Aviv sotto la supervisione artistica di Martha Graham, è oggi  diretta dal geniale Ohad Naharin che ha saputo rivoluzionare il linguaggio della danza contemporanea rendendo la compagnia una delle realtà più  entusiasmanti  del panorama coreografico internazionale. 
«Stavo cercando di aiutare i ballerini a collegare la loro passione con le loro esperienze, per avere quella combinazione di "passione e competenze" indubitabile in ogni momento». La Batsheva Dance Company prende il nome dalla Baronessa Batsheva de Rothschild, che nel 1964 ottiene la supervisione artistica di Martha Graham. La compagnia diviene la prima compagine ad avere l’autorizzazione di eseguire le coreografie della leggendaria artista. Oggi, la Batsheva Dance Company assieme alla compagnia di giovani, Batsheva Ensemble, si compone di 40 ballerini provenienti da Israele ma non solo. Ohad Naharin ha assunto il ruolo di Direttore artistico nel 1990 (nel 2009 Adi Salant diviene direttore artistico associato), potenziando e ampliando il repertorio. Naharin è l’ideatore di Gaga, un linguaggio di movimenti sviluppato all’interno della sua esperienza alla Batsheva. Gaga offre un nuovo modo per raggiungere una profonda conoscenza e consapevolezza di se stessi attraverso il corpo e i suoi movimenti. Questa tecnica richiede che il partecipante sia agile/vigile, veloce, flessibile, pieno d’immaginazione e abile nell’uso del proprio corpo. «Mi piace rompere e ricostruire il mio lavoro. Implica una sottrazione di peso (così da poter volare o almeno galleggiare…)». I danzatori di Batsheva si allenano quotidianamente ad particolare ricerca sulle infinite possibilità del movimento e sullo sviluppo della propria sensibilità. La loro curiosità e il loro entusiasmo fanno sì che partecipino attivamente al processo creativo, esprimendo il proprio talento individuale in occasione dell’annuale Batsheva Dancers Create project.

OHAD NAHARIN | Nato nel 1952 nel Kibbuz Mizra in Israele, si avvicina allo studio della danza nel 1974 presso la  Batsheva Dance Company. Notato immediatamente da Martha Graham per il suo straordinario talento, lo invita a New York per integrarsi alla sua compagnia e dove può completare la sua formazione artistica grazie ad una borsa di studio dell’America-Israel Cultural Foundation presso la School of American Ballet, proseguita  presso la prestigiosa Juillard School e completata con Maggie Black e David Howard. La sua carriera di interprete prevede collaborazioni con numerose compagnie internazionali tra le quali l’israeliana Bat-Dor e il Ballet Bejart du XXe Siècle a Bruxelles. Nel 1980 ritorna a New York e nello stesso anno crea unitamente alla moglie, Mari Kajiwara morta di tumore nel 2001, la Ohad Naharin Dance Company. Per dieci anni la compagnia presenta con grande successo le nuove creazioni sia a New York che internazionalmente. L’eco di questo nuovo linguaggio coreografico produce commissioni di nuovi lavori da parte di importanti compagnie, tra questa la Batsheva Dance Company, Kibbutz Contemporary Dance Company e Nederlands Dans Theater. Nel 1990 viene nominato alla direzione artistica di Batsheva Dance Company  posizione mantenuta  fino ad oggi con la sola eccezione della stagione 2003-2004 nella quale ha occupato la posizione di  coreografo residente. Nel corso degli anni ha creato per la compagnia, e per l’Ensamble Batsheva Junior, oltre trenta nuovi lavori. Dotato di una solida formazione musicale, si avvale di questa sua abilità per amplificare l’impatto delle sue coreografie. La sua straordinaria inventiva e l’unicità del vocabolario del suo movimento lo rendono uno dei coreografi più richiesti da parte delle più importanti compagnie del mondo. Per il suo indiscusso contributo al mondo della danza è stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti, tra questi Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres (1998), New York Dance and Performance (Bessie) Award per la creazione "Virus" (2002), New York Dance and Performance (Bessie) Award per la creazione "Anaphaza" (2004), Doctor of Philosophy honoris causa assegnato dal  Weizmann Institute of Science (2004), the Israel Prize for dance (2005), a Doctor of Philosophy honoris causa assegnato dalla Hebrew University (2008), l’ EMET Prize nella categoria delle Arti e della Cultura, (2009), il  Samuel H. Scripps American Dance Festival Award for Lifetime Achievement (2009), Dance Magazine Award (2009),  honorary Doctor of Fine Arts dalla Juilliard School a New York (2013), Honorary Fellowship da parte del  Tel Aviv Museum (2014) e l’Honorary Fellowship dal Rupin Academic Center (2015).
www.batsheva.co.il

Clikka qui per caricare la foto2


BIGLIETTI:

Settore Gold - posto unico €60
Settore Centrale - posto unico €55
Settore Laterale - posto unico €48
 
PER INFO E ACQUISTI:


Call Center:
+39 0743 77 64 44 
+39 0743 22 28 89
biglietteria@festivaldispoleto.com
Box Office Piazza della Vittoria 25, Spoleto