Gira il tuo Smartphone
(o allarga la finestra del tuo browser)
Turn your Smartphone
(or enlarge your browser window)
Logo new website Molteni Vernici
67

Musicisti della Budapest Festival Orchestra

Apollo guida delle Muse

Concerti di mezzogiorno

Biglietti: € 20
Acquista
Acquista
prenota
da
Sunday
30
June
2024
ore
12:00
da
2024
ore
a
Sunday
30
June
Ore
12:00
da
2024
ore
da
2024
ore
da
2024
ore
da
2024
ore
Durata 50 minuti
Musica

Sinossi

Quando a Stravinskij venne commissionato un balletto con le sole condizioni di durata e numero dei danzatori, non ci pensò due volte a scegliere Apollo e le sue Muse come soggetto. Da tempo voleva musicare la mitologia greca, la cui plasticità sarebbe stata rappresentata dalle note e dai movimenti nel balletto Apollon Musagète. Così come Apollo guida le Muse verso il Parnaso, la ricerca dell’essenziale guida Stravinskij nella creazione: i costumi sono tutti bianchi, gli strumenti sono tutti ad arco, l’armonia è piana e incantata. I musicisti della BFO ci guidano attraverso questo raffinato capolavoro del Novecento.

Crediti

Programma

Musicisti della Budapest Festival Orchestra

oboe solista Victor Aviat

 

primi violini          

Daniel Bard

Péter Kostyál

Gyöngyvér Oláh

Gábor Sipos

secondi violini

Eszter Lesták Bedő

Györgyi Czirók

Levente Szabó

Zsolt Szefcsik

viole

Ágnes Csoma

Zoltán Fekete

Nikoletta Reinhardt

violoncelli

György Kertész

Kousay Mahdi

contrabbasso

Csaba Sipos

___

Domenico Cimarosa

Concerto per oboe e archi in do maggiore

Introduzione

Allegro

Siciliana

Allegrogiusto

Igor Stravinskij

Apollon Musagète, musica dal balletto

Primo Quadro

Naissance d’Apollon

Secondo Quadro

Variations d’Apollon (Apollon et les Muses)

Pas d’action (Apollon et Calliope, Polymnie et Terpsichore)

Variation de Calliope

Variation de Polymnie

Variation de Terpsichore

Variations d’Apollon

Pas de deux (Apollon et Terpsichore)

Coda (Apollon et les Muses)

Apothéose

Si avvisa che le date e gli orari potranno subire variazioni.
Per aggiornamenti consultare il sito www.festivaldispoleto.com

Programma di Sala

scarica pdf

Capita talvolta di entrare nel regno della luce e dell’armonia, avvolti da una grazia sorridente.
È il momento di danzare con il dio del sole e con le Muse. Spumeggiano nell’aria note memorabili: secche, fredde, limpide e brucianti come uno champagne extra-dry.

A detta di Alberto Savinio, Apollon Musagète è forse la partitura più altamente ispirata di Stravinskij. Lontana mille miglia dalle tipografiche decostruzioni en blanc et noir alla Apollinaire o dalle provocazioni contundenti alla Djagilev che ci scrutano con sguardi obliqui.

All’altezza del 1928 è benvenuto un ritorno al classicismo, filtrato dal sulfureo Cocteau o dai picnic teatrali di Picasso. Ora Stravinskij è nel suo momento più autenticamente greco. Balanchine, coreografo del balletto, non si sbagliava quando affermava che «con la sua disciplina e il dominio che implicava, la sua sostenuta unità di tono e sentimento, la partitura era una rivelazione».

Imbastite per strumenti ad arco (con quella «eufonia multisonora» che fa perno sul principio melodico), queste pagine incantano per la loro dolcezza e il loro fulgore. Sugellate da una solenne Apothéose che riafferma l’esatto perimetro del mito del dio ordinatore del tempo, che illumina la vita e conferisce bellezza alle opere degli uomini.

scarica pdf

Date & Biglietti

Biglietti: € 20
INFO BIGLIETTERIA
Sun
30
Jun
2024
ore
12:00
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
ore
Auditorium della Stella
Orari Evento
28 Giugno
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
20:45
29 Giugno
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
20:45
30 Giugno
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
01 Luglio
10:00
11:00
12:00
13:15
14:15
15:30
16:30
17:45
20:30
21:30
02 Luglio
10:00
11:00
12:00
13:15
14:15
17:30
18:30
19:45
20:45
21:45
04 Luglio
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
20:45
05 Luglio
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
20:45
06 Luglio
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
20:45
07 Luglio
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
19:45
20:45
08 Luglio
10:00
11:00
12:00
13:00
14:15
15:15
16:30
17:30
18:30
20:45
21:45
09 Luglio
10:00
11:00
12:00
13:00
14:15
17:30
18:30
19:45
20:45
21:45

Playlist

Immagini

No items found.

Immagini

No items found.

Video

No items found.

Biografie

Budapest Festival Orchestra

Iván Fischer realizza il proprio sogno quando fonda la Budapest Festival Orchestra nel 1983 insieme a Zoltán Kocsis. Grazie al suo approccio innovativo alla musica e alla dedizione senza riserve dei suoi musicisti, la BFO è diventata il più giovane ensemble ad entrare nella top ten delle orchestre sinfoniche del mondo. Oltre che a Budapest, l’orchestra si esibisce regolarmente in alcune delle più importanti sedi concertistiche della scena musicale internazionale ed è presente anche sulle piattaforme di streaming internazionali. Dalla sua istituzione, la BFO è stata premiata da “Gramophone”, il prestigioso periodico musicale britannico, per ben tre volte: nel 1998 e nel 2007 la giuria della rivista ha assegnato alla BFO il premio per la migliore registrazione, mentre nel 2022, grazie ai voti del pubblico, è stata nominata Orchestra dell’anno. I successi più importanti della BFO sono legati a Mahler: la registrazione della Sinfonia n. 1 è stata nominata per un Grammy Award. Oltre ai successi discografici e alle acclamate tournée, la BFO si è fatta conoscere a livello internazionale anche grazie una serie di concerti particolarmente originali. Gli Autism-friendly Cocoa Concerts, i Surprise Concerts – apprezzati anche ai Proms di Londra –, le maratone musicali, le Midnight Music performance rivolte ai giovani, i concerti all’aperto a Budapest, le Community Weeks gratuite e il Bridging Europe Festival, organizzato in collaborazione con Müpa Budapest – sono tutti eventi unici a loro modo. Un’altra caratteristica peculiare dell’Orchestra è che i suoi membri cantano regolarmente durante i concerti. Ogni anno la BFO, in collaborazione con la Iván Fischer Opera Company, la Müpa Budapest, il Vicenza Opera Festival e il Festival dei Due Mondi di Spoleto, mette in scena una produzione operistica. Le rappresentazioni sono state invitate al Mostly Mozart Festival di New York, all’Edinburgh International Festival e all’Elbphilharmonie di Amburgo; nel 2013, le Nozze di Figaro sono state al vertice della classifica dei migliori eventi dell’anno di musica classica stilata dal New York Magazine. Il Vicenza Opera Festival, fondato da Iván Fischer, ha debuttato nell’autunno 2018 al Teatro Olimpico.

Rassegna Stampa

No items found.

Eventi correlati

Eventi nella stessa Categoria

67

PROGRAMMA COMPLETO
Girl Crazy. Concerto finale

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Barbara Hannigan

14
July
2024
Piazza Duomo
29
June
2024
Palazzo Collicola
13
July
2024
Palazzo Collicola
5
July
2024
Teatro Romano